Da che cosa è composto un condotto Solarspot®?

Tutti i sistemi Solarspot® includono il condotto riflettente 99,7% Vegalux®, fogli di alluminio laminato con una pellicola DF2000MA di 3m per l’illuminazione naturale, il materiale più riflettente al mondo tra i condotti, al fine di garantire la trasmissione di luce ottimale. Inoltre, i sistemi sono progettati per mantenere il diametro massimo disponibile del tubo all’interno delle misure progettate e sviluppate. Per esempio, un sistema Solarspot® 250mm mantiene il suo diametro completamente sull’intero sistema rispetto ad altri sistemi che si riducono perdendo, così, preziosa energia. Questa è una delle ragioni per cui un sistema Solarspot® distribuirà significativamente più luce rispetto a qualsiasi altro sistema 250mm ad una distanza di circa 5m.

Quanto è importante il valore di riflettanza del tubo?

La luce viaggia attraverso il sistema, rimbalzando contro i lati riflettenti del tubo. Poiché la luce scende all’interno del tubo, essa perde energia durante ogni rimbalzo. La quantità di energia (luce) che viene persa sarà determinata dalla riflettanza della superficie del tubo. Il numero di rimbalzi della luce verrà determinato dalla lunghezza del tubo, dall’angolo della luce poiché colpisce il lato del tubo e la lunghezza del tubo.

Per esempio, un tubo con una superficie riflettente di circa 99,7% (riflettanza speculare della luce visibile) perderà lo 0,3% ad ogni rimbalzo. Un tubo con una superficie di riflettanza pari al 98% (92% di riflettanza speculare e 6% di riflettanza diffusa) perderà minimo il 2% ad ogni rimbalzo. Allora, dovrete prendere in considerazione il numero di rimbalzi che la luce fa da un’estremità all’altra del tubo. Se la luce colpisce 20 volte il tubo e perde il 2% a rimbalzo, avrà perso circa il 30% della sua forza originale. Se sta perdendo solo lo 0,3% allora conserverà circa il 94% della luce della fonte per distribuirla nella stanza. Questo esempio si basa su sistemi di tubi con lunghezze e diametri simili.

Tuttavia, i sistemi Solarspot hanno una varietà di miglioramenti di progetto aggiuntivi per aumentare l’efficienza generale del sistema. La cupola Solarspot garantisce che la luce non rimanga bloccata dall’ingresso del sistema. L’imbuto di luce RIR® non solo cattura luce aggiuntiva, ma cambia l’angolo della luce che entra e così rimbalza meno e, perciò, perde meno energia. I sistemi Solarspot mantengono anche i loro diametri del tubo così che la distanza tra i rimbalzi sia maggiore. Tutti questi fattori contribuiscono alla creazione del sistema tubolare di illuminazione naturale più efficiente disponibile sul mercato oggi.

Quanto può essere lungo il tubo?

La regola è semplice; più il tubo è breve e diritto, maggiore sarà la distribuzione della luce. Tuttavia, è possibile condurre la luce attraverso distanze relativamente lunghe, in particolare se l’edificio può ospitare un diametro del tubo più ampio.

Detto questo, un sistema Solarspot® D-25 distribuirà ancora livelli di luce proficui attraverso distanze fino a 8 m. Sistemi più grandi quali Solarspot D-38 possono distribuire livelli di luce effettivi fino a distanze di oltre 11m.

C’è una distanza minima o una lunghezza del tubo?

La distanza minima che un tubo probabilmente deve avere è uguale a quella dello spessore delle travi del tetto e la profondità dello stesso, inclusa la cupola sopra alla scossalina. Il sistema TDS Solarspot viene progettato per inserirli insieme, ospitarli e adattarli a qualsiasi profondità del tetto.

Il tubo può essere tagliato sulla lunghezza?

Sì, è relativamente semplice tagliare le estensioni Solarspot® sulla lunghezza ma è raramente necessario. Le sezioni dei tubi d’estensione vengono progettate per inserirle insieme, per facilità d’installazione, in modo che la lunghezza del tubo possa essere adeguata semplicemente sovrapponendo i tubi, come richiesto, piuttosto che tagliandoli.

Esiste una vasta gamma di tubi estensibili Solarspot® disponibili: da 200mm a 1200mm, così come una selezione di estensione di adattatori ad angolo regolabili; dovreste riuscire a specificare esattamente la distanza richiesta.

Come si collegano le sezioni tubolari?

I tubi d’estensione Solarspot® e gli adattatori d’angolo regolabili sono progettati con una leggera conicità in modo che possano essere montati insieme. Le giunzioni sono allora collocate con nastro di alluminio di alta qualità, che viene anche utilizzato per sigillare tutte le giunture dei tubi. Per lunghezze di tubi ad angolo o molto lunghe, possono essere utilizzate viti autofilettanti per stringere insieme i tubi e dare forza e stabilità aggiuntive.

Posso dividere la luce di una cupola per illuminare due stanze?

I sistemi TDS Solarspot® vengono progettati per utilizzare una cupola per tubo. Dividere il tubo ridurrebbe in maniera davvero significativa la capacità di distribuzione della luce del sistema, rendendolo problematico ed inefficace ed è certamente una pratica che non consigliamo. Tuttavia, disponiamo di applicazioni specifiche per cui si può procedere a questa divisione della luce. Per esempio, iniziare sul tetto con una cupola e diametro del tubo grandi e dividendoli in due sistemi tubolari più piccoli.

Come si possono confrontare i sistemi Solarspot® con i lucernari tubolari che utilizzano condotti flessibili?

Non c’è alcun confronto tra la luce diffusa da un sistema rigido TDS Solarspot® e quello addirittura del miglior sistema flessibile esistente. In media, un sistema TDS Solarspot® diffonderà, circa, 20 volte più luce, a parità di dimensioni, rispetto ad un sistema flessibile e se il sistema flessibile presenta una curva (di solito questo è il motivo per cui vengono scelti i sistemi flessibili), la differenza potrebbe acuirsi fino a far diventare il sistema Solarspot® 50 volte più efficace.

Possono spegnere la luce?

Esistono alcune applicazioni attraverso le quali potreste avere la possibilità di controllare la quantità di luce che penetra nella stanza; una sala conferenze o una camera da letto ne sono i due esempi principali. Per queste situazioni, abbiamo due opzioni tra cui scegliere. La prima consiste in un regolatore di luce controllato elettricamente.

Il regolatore di luce, Solar-Dimmer™ Solarspot®, è montato all’interno del tubo e può essere gestito attraverso un interruttore a parete manuale o BMS con controllo remoto.

Esiste anche un sistema cieco manuale che si adatta, semplicemente, al soffitto, attorno al diffusore e montato come richiesto.

Ulteriori informazioni

Devo tenere pulita la cupola sul tetto?

Tutti i sistemi Solarspot® non necessitano di manutenzione perciò non c’è alcun bisogno di pulire la cupola del tetto. La forma e il design della cupola prevengono che i detriti si accumulino utilizzando la pioggia per pulire via qualsiasi traccia di sporco o escrementi di uccelli.

La cupola può essere messa più in alto per catturare il sole su un tetto in ombra?

Se necessario, le cupole possono essere sollevate utilizzando un’estensione a torretta, che aumenta l’altezza della scossalina del tetto rialzata così da sollevare la cupola da qualsiasi ostruzione del tetto. Le estensioni a torretta sono disponibili in diverse altezze; vi preghiamo di contattarci per ulteriori dettagli.

La neve pesante può avere un effetto sulla prestazione del sistema TDS Solarspot®?

Chiaramente, una copertura di neve ridurrà temporaneamente la luce diffusa ma ciò non avrà alcuna ripercussione sulla cupola. I sistemi Solarspot® sono venduti in tutto il mondo, in Paesi con precipitazioni nevose molto più elevate di quelle che possono verificarsi nel Regno Unito e, perciò, sono progettati in modo da poter affrontare qualsiasi tipo di evento climatico.

Di che cosa è fatta la cupola?

Tutte le cupole Solarspot® possono essere fornite in acrilico antiurto e progettate per non ingiallire quando esposte alla luce del sole. La cupola è potenzialmente indistruttibile e ha superato i severi test missilistici internazionali eseguiti.

Posso adattare una luce elettrica in un sistema Solarspot® in modo tale da poterla usare di notte?

I kit di luce sono disponibili per tutte le dimensioni dei sistemi Solarspot®; possono essere installati nel tubo per utilizzare il diffusore altamente efficiente e minimizzare l’ingombro del soffitto.

Ulteriori informazioni

Vi offriamo anche una soluzione LED completamente interattiva che può essere controllata in remoto; vi preghiamo di contattarci per ulteriori informazioni.

Un kit di luce elettrico ridurrà la quantità di illuminazione naturale da Solarspot?

L’unità della lampada all’interno del tubo è relativamente piccola cosicchè la perdita di luce è minima; è il vantaggio di avere solo un’installazione ordinata a soffitto, avendo ancora un sistema multifunzionale due in uno o tre in uno.

C’è una sistema di luce e areazione combinato per le stanze da bagno?

L’opzione del sistema di areazione per le stanze da bagno Solarspot® per D-25 permette alla stanza di essere areata attraverso lo stesso punto del soffitto come il diffusore. La potente ventola è collocata nello spazio del sottotetto per minimizzare qualsiasi rumore mentre fornisce un eccellente movimento d’aria per mantenere le stanze da bagno, le sale doccia e le camere con bagno prive di condensazione e odore. Questo sistema si può utilizzare insieme al kit di luce elettrica.

Ulteriori informazioni

C’è un minimo di vuoto del tetto necessario per installare il kit di luce o il kit di areazione della stanza da bagno?

L’accesso nel vuoto del tetto è necessario per installare il kit di areazione della stanza da bagno o di luce, perciò è richiesta una distanza minima di almeno 500mm. Si consiglia anche che i sistemi di areazione Solarspot® siano solo dotati del vuoto del tetto con accesso e non permanentemente sigillati.

Come funziona l’areazione della stanza da bagno?

Il kit di areazione ha una camera aggiuntiva attorno al perimetro della porzione del soffitto del sistema D-25 Solarspot. L’aria viene estratta attraverso questa camera separata (non attraverso il tubo riflettente) da una potente ventola in linea collocata nello spazio del soffitto e poi attraverso un condotto di estrazione e fuoriesce sul vostro tetto o intradosso.

Quanto è potente la ventola? La stessa soddisfa le norme costruttive?

La ventola di nostra proprietà è valutata a 300 metri cubi all’ora; si tratta di una potente ventola che garantisce un’areazione veloce ed efficace, adatta per le stanze da bagno, le camere con bagno e le sale doccia.

La ventola è rumorosa?

Siccome è collocata nello spazio del soffitto, la maggior parte del rumore viene escluso dalla stanza che sta areando. C’è una quantità molto ridotta di rumore percepibile e sarebbe poco sincero affermare silenzio totale, ma il rumore è davvero minimo se confrontato con una ventola tradizionale a soffitto, in cui l’unità del motore è montata sul soffitto.